Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Pararaining

Il Dipartimento di Riabilitazione Equestre della FISE si fa promotore di un progetto che interfaccia la disciplina del Reining con la riabilitazione equestre al fine di identificare, i criteri che possano portare il reining praticato da disabili ad essere formalizzato e ufficializzato in qualità di parareining.

E’ stato scelto un centro affiliato FISE e di rieducazione equestre, il Monsereno Horses, tecnico di riferimento Massimo Villa (tecnico federale di Riabilitazione Equestre e tecnico di equitazione americana di 3° livello), come centro pilota per la realizzazione di questo progetto che intende creare un ponte tra il mondo dello sport equestre americano e mondo della disabilità.

L’idea nasce in particolare dal desiderio di investire su programmi specifici di reining per cavalieri con disabilità fisiche, psichiche e cognitive con una chiara cornice tecnica e metodologica che possa rendere visibile ed estendibile questa specificità della disciplina equestre anche in Italia.

L’intento della FISE è dunque quello di attivare un percorso che, partendo dall’equitazione presportiva per disabili, proceda fino all’inserimento del parareining fra le discipline già attivate e ormai ampiamente riconosciute in questo panorama. Il tutto in grande sinergia con l’IRHA, Italian Reining Horse Association. Fase conclusiva di questo percorso sarà la declinazione e la stesura di un protocollo paralimpico da proporre alla FEI (Federazione Equestre Internazionale).

Sabato 19 novembre l'arena del Reining Futurity di Cremona è stata lo scenario scelto per la dimostrazione di parareining che ha visto in campo tre giovani atleti preparati dal tecnico Massimo Villa: Giorgia Susani in sella a DC EASTER SPAT, Luca Brivio in sella a STEADY WIND SG e Paolo Pettena in sella a ENERGY FOR ME. Applausi emozionati hanno accompagnato la performance dei nostri atleti che hanno soddifatto al massimo le aspettative individuali e di chi li ha sostenuti finora in questo percorso